Disturbi legati allo stress

Prima di addentrarci nei disturbi correlati allo stress è necessario fare una breve premessa riguardo lo stress.

Possiamo definire lo stress come una reazione emozionale ad una serie di stimoli esterni che mettono in moto risposte fisiologiche e psicologiche al fine di adattarsi meglio alla situazione.
Lo stress, in alcune situazioni, favorisce un miglior funzionamento delle prestazioni (come nel caso dell’ansia prima di un esame che può spingerci a studiare di più). In altre situazioni, invece, lo stress eccessivo e prolungato nel tempo può avere effetti dannosi poiché comporta un’eccessiva secrezione di cortisolo (denominato per l’appunto “ormone dello stress”) che può avere conseguenze negative sul proprio benessere. L’eccessiva secrezione di cortisolo può aumentare anche la vulnerabilità per malattie psichiche e/o somatiche.

Fattori stressanti
La reazione di stress è una risposta soggettiva e ciò significa che un evento che per alcuni potrebbe risultare stressante potrebbe non esserlo per altri. O, ancora, lo stesso evento in fasi di vita diverse può risultare più o meno stressante.

I fattori stressanti possono essere molteplici come ad esempio la nascita di un figlio, un lutto, un divorzio, una calamità naturale eccetera. Inoltre altri fattori legati all’ambiente in cui si vive possono avere un impatto negativo sulla persona (ad esempio l’instabilità economica o abitativa, oppure vivere in un contesto che non garantisce una buona tranquillità)
Infine, ma non meno importante, anche una malattia organica (e quindi tutto ciò ad essa collegato) può essere una fonte di forte stress.

Sintomi dello stress
Lo stress può avere un forte impatto negativo dal punto di vista emotivo, fisico e psicologico: inevitabilmente si andrà incontro ad un’alterazione del normale funzionamento della persona in uno o più ambiti della vita quotidiana.

Nello specifico:
– d
a un punto di vista emotivo ci si può sentire irritabili, frustrati, tristi e con bassa autostima, apatici, ansiosi e impauriti;
– mentalmente ci si può sentire preoccupati e possono emergere difficoltà a concentrarsi;
– dal punto di vista fisico possono comparire sintomi come stanchezza costante, mal di testa, alopecia, orticaria, disturbi del sonno (dormire più del solito o soffrire d’insonnia) o dell’alimentazione (mangiare in modo eccessivo o, al contrario, mancanza di appetito).

Add Comment

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.