Gli effetti del bullismo dopo quasi 40 anni
Gli effetti del bullismo dopo quasi 40 anni

L’American Journal of Psychiatry ha recentemente pubblicato uno studio in cui sono stati valutati gli effetti del bullismo dopo quasi 40 anni dal loro avvenimento (Takizawa et al., 2014).
I dati utilizzati provengono dal British National Child Development Study, una ricerca a cui hanno partecipato 7771 bambini tra i 7 e gli 11 anni e che sono stati valutati nuovamente all’età di 23 e 50 anni.

L’esperimento

Inizialmente è stato chiesto ai genitori se i loro figli fossero stati vittima di bullismo da parte di altri bambini ed è emerso che il 28% lo è stato qualche volta e il 15% spesso. Successivamente è stato valutato il QI dei bambini con diversi test. In seguito, all’età di 23 anni prima e 50 anni poi, i partecipanti sono stati rivalutati attraverso diversi test e considerando diversi parametri come salute, situazione socioeconomica e relazioni sociali.

I risultati hanno evidenziato che coloro che sono stati più volte vittima di bullismo in età adulta presentavano:

  1. maggiori livelli di angoscia;
  2. depressione, disturbi d’ansia e a volte pensieri di suicidio;
  3. capacità cognitive significativamente minori rispetto ai coetanei;
  4. basso livello di istruzione;
  5. maggiore probabilità di vivere senza un partner;
  6. minore soddisfazione per la propria vita.

Gli autori di questa ricerca sostengono che sia possibile paragonare gli effetti a lungo termine del bullismo con quelli causati da altre forme di abuso infantile. Questa considerazione può dare l’idea dell’importanza che bisognerebbe dare alla questione del bullismo, soprattutto nelle scuole.

Sempre sullo stesso argomento: Alti livelli di stress durante l’adolescenza provocano ansia e aggressività in età adulta

Valerio Di Lazzaro

Image credit

Add Comment

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: